Lunedì, 14 Marzo 2016 22:59

Comune di Sessa Aurunca (Ce)

Scritto da

Percorsi tra Storia e Cultura...

Ciao cari amici #enogastronauti e followers di CampaniaChe..., continuiamo il nostro tour dei luoghi di interesse e delle località nella nostra amata Regione Campania. Questa volta ci troviamo in provincia di Caserta, nella regione di Roccamorfina, alla foce del fiume Garigliano.
 
Sessa Aurunca è un comune di oltre 21.000 abitanti, ed è il secondo in Campania per vastità , dato che il  suo territorio si estende per 163 km  divisi in 27 frazioni. È situato a 45 km da Caserta e quasi al confine col Lazio; infatti tra i comuni limitrofi troviamo, oltre a Mondragone e Teano, anche Santi Cosma e Damiano, Minturno e Castelforte,  appartenenti alla provincia di Latina.
Lunedì, 25 Gennaio 2016 11:46

Comune di Capua (Ce)

Scritto da

Percorsi tra Storia & Cultura...

Ciao amici di Campaniache… oggi vi proponiamo un articolo che riguarda la Città di Capua, una delle città più Antiche d’Italia dopo Roma.
Fondata dagli Etruschi nel quinto secolo a.C. è ubicata in una posizione al quanto strategica ed importantissima perché situata sulla leggendaria e storica via Appia; essa è stata dapprima, Etrusca poi Sannita ed infine Romana.

Martedì, 22 Dicembre 2015 16:05

Comune di Macerata Campania (Ce)

Scritto da

Percorsi tra Storia & Cultura…


Ciao cari amici #enogastronauti e follower di CampaniaChe... oggi vi segnaliamo il Comune di Macerata Campania, noto come il Paese della Pastellessa, patria della celebre Festa di Sant’Antuono, uno degli eventi più importanti nel panorama delle feste popolari/religiose della Regione Campania, dal 2012 riconosciuta ufficialmente quale patrimonio culturale immateriale della comunità.

Situata logisticamente nel triangolo formato dalle città di Caserta, Santa Maria Capua Vetere e Marcianise, Macerata sorge in epoca medievale, divenendo casale di Capua per lunghissimi secoli ed intrecciando inevitabilmente la sua storia a quella dell’antica città corrispondente all’attuale Santa Maria Capua Vetere.

Giovedì, 03 Dicembre 2015 09:52

Comune di Sant'Angelo d'Alife (Ce)

Scritto da

Percorsi tra Storia & Cultura...

Ciao cari amici #enogastronauti e follower di CampaniaChe..., eccoci ritrovati al nostro consueto appuntamento per segnalarvi itinerari turistici, percorsi enogastronomici ed eventi nella nostra amata Regione Campania. Oggi vi segnaliamo il Comune di Sant'Angelo d'Alife, in quanto abbiamo vissuto personalmente l'esperienza di scoprirlo durante un fine settimana di agosto in concomitanza di un evento storico molto importante per il luogo ossia il Palio de li' Normanni.

Sant'Angelo d'Alife è un piccolo Comune ricco di Storia, cultura e frammenti di antica tradizione. Situato nella Provincia di Caserta a confine con Raviscanina ed Alife, poco distante anche da Piedimonte Matese. Questo borgo matesino posto a 370 metri sul livello del mare, si sviluppa su di un territorio che va dalla pianura del Volturno fino alla montagna di Selvapiana. Il centro storico è costituito da bellissime residenze del XVIII° e XIX° secolo. Tipica cittadina dell'Alto Casertano con i suoi pittoreschi vicoli, fa parte del Parco Regionale del Matese. Da sempre meta prediletta di turisti amanti della natura, dell'arte e della genuinità dei prodotti enogastronomici.

Mercoledì, 18 Novembre 2015 16:48

Comune di Caserta (Ce)

Scritto da

Percorsi tra Storia & Cultura…


Caserta, l’antica Galatia, deve le proprie origini agli etruschi. Nel corso dei secoli ha subito diverse dominazioni. Fu, infatti, conquistata dai Sanniti, dai Longobardi, dai Normanni, dagli Svevi, dagli Angioini e dagli Acquaviva sino al 1634. A partire dal 1734, con l’arrivo di Carlo di Borbone, Caserta visse un periodo di splendore che vide la costruzione del Palazzo Reale e una generale riedificazione della città, assumendo i tratti di una città di corte. Dopo la sconfitta dell’esercito borbonico nella battaglia di Volturno, Garibaldi vi pose il suo quartier generale. Dal 1860 al 1919 seguì il periodo legato alle vicende dei Savoia. Fu poi occupata, dopo lo sbarco a Salerno del ’43, dalle truppe alleate, accogliendo due anni dopo i plenipotenziari che vi firmarono la resa delle armi germaniche in Italia.

Martedì, 27 Ottobre 2015 15:15

Comune di Teano (Ce)

Scritto da

Sorge nel IV secolo a.C, alle pendici del massiccio di Roccamonfina, l’antica città di Teano, splendida capitale dell'antico popolo italico dei Sidicini e città principale della via Latina, che consentiva il controllo dell'accesso settentrionale alla Campania Felix.

Martedì, 28 Aprile 2015 21:07

Comune di Castel Campagnano (Ce)

Scritto da

Percorsi tra Storia & Cultura...

castelcampagnano palazzo aldi foto di sindaco di sorbo

Un saluto a tutti gli enogastronauti ed amici di Campaniache; questa volta vi parleremo del Comune di Castelcampagnano (CE), un comune casertano, molto semplice da raggiungere poichè situato poco dopo l'altura di San Leucio, a pochi km da Caserta e al confine coi comuni di Caiazzo (BN), Dugenta (BN) e Limatola (BN) tanto che si potrebbe suggerire di pianificare un bel weekend per visitarli tutti e scoprirne le meraviglie. Anche a Castelcampagnano, come nel 90% dei comuni Italiani, non è difficile riscontrare origini dal periodo imperiale Romano le cui evidenze sono state rinvenute nella frazione di Squille. La connotazione geografica della zona, caratterizzata dalla confluenza tra i fiumi Voluturno e Calore ed a ridosso dei colli Maiuri regala atmosfere incantevoli, un senso di serenità, solennità e profili ideali per gli amanti delle foto skyline e di chi ama trascorrere il proprio tempo in pace, tra amici, magari in riva al fiume e con un bel bicchiere di vino.

Da non perdere: le cantine Storiche in Tufo di Castelcampagnano

Lunedì, 31 Marzo 2014 21:45

Comune di Roccaromana (CE)

Scritto da

Percorsi tra Storia & Cultura...

Un saluto a tutti gli amici e follower di CampaniaChe... oggi vi segnaliamo un piccolo Comune nel nord della Campania, alle falde del Montemaggiore, che risulta essere un luogo di numerosi eventi bellici iniziati fino al tempo dei Sanniti, circa nel 700 a.C.

Il territorio di Roccaromana è immerso in una valle coronata da montagne e spettacolari picchi, quali Pizzo Madama Marta e Pizzo San Salvatore da cui si levano verticali pareti di roccia che scendono imponenti quasi fino a valle. Questo Comune si trova a pochi chilometri dalla Casilina e dall’autostrada A1, a cavallo tra i territori del Sannio e dell’antica Capua.

Molte delle abitazioni rurali e le masserie, mantengono ancora la loro originaria funzione agricola ed ancora oggi si trovano contadini che, nonostante le moderne tecniche di coltura, adottano sempre i metodi di una volta e preferiscono consumare prodotti alimentari provenienti dalle loro terre e dai loro allevamenti, conservandone gelosamente le ricette tradizionali...questa si che è vita per noi appassionati di eno-gastronomia :)

Il centro urbano e storico pur avendo perso in gran parte la caratteristica dei vecchi borghi possiede ancora strutture ottocentesche in buono stato di conservazione.

Cose da vedere a Roccaromana

  • il Palazzo di proprietà De Ponte in Piazza San Cataldo con annesso un antico palazzo del 1800
  • interessante resta il Palazzotto con elementi in stile gotico di proprietà Peluso sito in Largo Ponte in Roccaromana valore culturale e storico conservano il Palazzo Municipale risalente al 1600
  • la Torre Campanaria datata 1824 ubicata nel centro storico di Roccaromana
  • il Castello di Roccaromana
  • la Chiesa di San Cataldo in Roccaromana
  • la Chiesa di Santa Margherita nella frazione di Statigliano
  • la Chiesa della S.S. Croce nella frazione di Santa Croce
  • la Cappella del Purgatorio, restaurata da poco tempo, ad opera della Confraternita di San Sebastiano ed altri fedeli devoti di Roccaromana.
  • ed infine si possono ammirare anche altri edifici di culto, alcuni dei quali mantengono ancora intatte le originarie caratteristiche architettoniche ed altri sono in fase di ristrutturazione.


Per maggiori informazioni

www.comuneroccaromana.it

 
Se avete gradito le nostre segnalazioni continuate a seguirci per essere sempre aggiornati.
Giovedì, 12 Dicembre 2013 13:25

Comune di Tora e Piccilli (CE)

Scritto da

Percorso tra Storia&Cultura...

Tora e Piccilli è un piccolo comune del casertano che sorge lungo le pendici del complesso vulcanico di Roccamonfina, antichissima area eruttiva estintasi all'incirca ventitré secoli fa.

Situato a pochi chilometri dalla Casilina e dall’antica via Latina, di cui domina la valle, il paese di Tora e Piccilli deve la sua importanza proprio alla particolare ubicazione geografica. Dall’epoca romana fino agli eventi della seconda guerra mondiale, l’abitato di Tora è stato un naturale punto strategico di avvistamento militare, come dimostra ancora la quadrangolare torre longobarda del XII secolo, situata nel punto più alto dell’antico borgo, il cui svettante profilo caratterizza l’iconografia del paesaggio circostante.
Paese dalla storia millenaria, testimoniato dalla presenza sul posto dalle orme umane più antiche al mondo, le prime riferibili ad esemplari di tipo Homo. Esse si trovano, e possono essere visitate, nel sito paleontologico denominato “Le Ciampate del Diavolo”.

La leggenda vuole che gli antichi avessero chiamato così perché l’unico a poter passare su di una colata lavica infuocata fosse Lucifero, il diavolo in persona. Ma attraverso degli studi si è appurato che si trattava di uomini, progenitori dell’uomo di Neanderthal, che camminava con andatura normale sulla lava tiepida. La stessa lava ha calcificato le orme portando a noi un tesoro inestimabile.

E’ possibile raggiungere le “ciampate” dalla piazzetta del centro abitato, dove si erge la piccola chiesa di S. Andrea Apostolo del tardo medioevo, percorrendo un pittoresco sentiero in discesa che si inoltra in una ricca flora caratterizzata da alti arbusti e castagni secolari.

Per effettuare le escursioni è possibile rivolgersi all’Associazione “Orme”.

Contatti: 331 3020113 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Se avete gradito le nostre segnalazioni continuate a seguirci per essere sempre aggiornati.
Giovedì, 14 Novembre 2013 14:24

Comune di Mignano Monte Lungo (Ce)

Scritto da

Castello Mignano Monte Lungo CEPercorsi tra Storia e Cultura...

 

Mignano Monte Lungo e' un piccolo comune della provincia di Caserta situato a confine con la regione Lazio.

Secondo l’opinione di molti studiosi le origini del suo nome, ossia Mignano deriverebbero dal nome di persona latino Minius. Mentre il toponimo Monte Lungo fu aggiunto in seguito all’originario perche' Mignano fu il campo di due importanti battaglie della seconda guerra mondiale nel 1943, per la presa appunto di monte Lungo.

Se andate in visita in questo comune consigliamo la visita ai seguenti punti di interesse:

  • Chiesa di Sant'Andrea (in frazione Caspoli)
  • Chiesa di Santa Maria Grande
  • Chiesa dell'Addolorata (in frazione Campozillone)
  • Il Castello (vedi immagine in alto)
  • Il Museo militare ai piedi di monte Lungo
  • Il Sacrario
  • Porta Fratte: la famosa porta medievale che segnava l'ingresso nel feudo.

 

Fonte: wikipedia, sito ufficiale Comune di Mignano Monte Lungo