Mercoledì, 28 Giugno 2017 12:26

Nasce ExtraMANN, card per visitare a prezzi ridotti nove siti di Napoli

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Valorizzare il patrimonio culturale della città partenopea, soprattutto di quei siti poco conosciuti e che invece meritano l’attenzione dei turisti e degli stessi cittadini napoletani: con questo obiettivo nasce ExtraMANN, progetto di collaborazione tra il Museo Archeologico Nazionale di Napoli e la rete delle nuove realtà nate in questi anni proprio per promuovere le suddette ricchezze culturali presenti sul territorio urbano. Nello specifico, si tratta di un’offerta integrata ai visitatori del museo che grazie a una card potranno accedere a prezzo scontato a diversi siti aderenti all’iniziativa, molti dei quali presenti nel Centro Storico di Napoli. 

 

IMG 7929 Copia

Il luogo più lontano è Pausilypon e l’Area Marina di Gaiola, un’affascinante location dove l’azzurro del mare partenopeo si mostra in tutta la sua bellezza ed è possibile visitare ciò che resta di un’antica villa imperiale del I sec. a. C.. Avvicinandosi al cuore della città c’è la Galleria Borbonica, una cavità sotterranea nata nell’Ottocento e usata come ricovero bellico nel Novecento, che si estende sotto la collina di Pizzofalcone, non molto lontano da Piazza Vittoria; da tempo si organizzano all’interno molti eventi legati al mondo dell’arte e della moda e si possono vedere auto e moto d’epoca che furono ritrovate sepolte sotto i detriti. Nella zona di Capodimonte poi ci sono le Catacombe di Napoli di San Gennaro e di San Gaudioso, un vero e proprio meraviglioso mondo sotterraneo dal II secolo a.C al IV secolo d.C., che nel nucleo originario fu probabilmente il sepolcro di una famiglia gentilizia che poi donò gli spazi alla comunità cristiana.

Al Centro Storico, in Via dei Tribunali, c’è l’affascinante Santa Maria delle Anime del Purgatorio ad Arco, la ‘chiesa de’ ’e cape ’e morte’, con il culto delle anime pezzentelle e il teschio di Lucia, ancora oggi pregata da molte donne per ricevere grazie soprattutto legate alle storie d’amore e al matrimonio. Altra tappa è la Chiesa della Seta a Spaccanapoli che permette di riscoprire la Napoli che fu capitale della seta.

Cambiando zona si arriva nei pressi della Sanità, dove c’è l’Acquedotto augusteo del Serino, infrastruttura di epoca romana di circa 100 km, e la Necropoli Ellenistica in via S. Maria Antesaecula. Vi è poi Santa Maria della Misericordia ai Vergini, chiesa trecentesca in via Fuori Porta San Gennaro che riapre al pubblico dopo oltre mezzo secolo come sede di SMMAVE Centro per l’arte contemporanea. Infine, c’è la Bicycle House, vale a dire la possibilità con sede in Galleria Principe di Napoli di attraversare in bici i luoghi più evocativi della città partenopea.

Per essere sempre aggiornato circa le maggiori novità in Campania seguici su facebook e instagram
Letto 210 volte Ultima modifica il Domenica, 09 Luglio 2017 19:53
Emilia Sensale

Giornalista napoletana impegnata soprattutto in cronaca ed enogastronomia, studentessa di archeologia, poetessa e scrittrice vincitrice di numerosi concorsi letterari, artista impegnata coi colori della pittura e nel catturare istanti di vita e di gusto con la sua macchina fotografica, ma anche appassionata di cucina, ricampo e dei lavori all'uncinetto.

www.facebook.com/EmiliaSensale89